La lingua inglese, le lingue straniere e i voti

la  lingua inglese è la prima lingua straniera obbligatoria e si studia sin dai primi anni di scuola. Gli studenti poi scelgono una seconda lingua straniera fra tedesco, francese e spagnolo. I progressi degli allievi sono sottoposti a valutazione permanente.

L’insegnante della  lingua Inglese  o di altre lingue può, in accordo con i genitori, decidere di non promuovere un alunno al livello successivo. Dal 1995 è stato introdotto un sistema di voti in rapporto con gli obiettivi e con le conoscenze acquisite. Dall’ottavo anno sono assegnati giudizi di tre livelli: sufficiente, buono, ottimo, quindi niente voti, neanche per la lingua inglese.

Alla fine della carriera scolastica di un allievo gli viene assegnato un voto conclusivo. La scuola dell’obbligo e l’università svedese intrattengono un forte rapporto con il mondo del lavoro, soprattutto con le aziende del territorio. Si investe molto, fin dai primi anni, sulla manualità, su visite periodiche alle aziende e sugli stage e sul rafforzamento delle lingue specialmente la lingua inglese.

Leggi anche:

Molte grandi aziende sponsorizzano istituti a numero chiuso in cui l’ingresso nel mondo del lavoro è diretto. Anche in Svezia esistono scuole che offrono una formazione d’alto livello tout court e università non-professionalizzanti.

dal link http://infanzia.it/articoli-e-notizie/educazione-dei-bambini/il-sistema-scolastico-svedese.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.